Laboratorio per l’insegnamento delle scienze di base 2018-2019

Il PLS – Biologia e Biotecnologie organizza per l’anno 2018/2019 una serie di laboratori rivolti agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

Per informazioni relative alle modalità di iscrizione e partecipazione è possibile rivolgersi alla referente del PLS-Biologia e Biotecnologie, la prof.ssa M. Crispino (pls.biologia@unina.it).
Di seguito potrete trovare una descrizione dei laboratori attivati quest’anno:

Cellule e movimento

IL laboratorio “Celllule e movimento” sarà curato dalle prof.sse Simona Carfagna, Maria De Falco e Ornella Saggese, e si articolerà in tre moduli durante i quali si approfondiranno i movimenti cellulari nelle cellule batteriche, vegetali ed animali. Le lezione frontali saranno affiancate da attività laboratoriali sugli argomenti trattati.

Sicurezza in laboratorio

Il laboratorio sulla “Sicurezza” sarà curato dall dott.ssa Roberta Scognamiglio e servirà a spiegare agli studenti non solo i principi della sicurezza in laboratorio, ma anche gli elementi di base utili per imparare a lavorare al banco, preparare le soluzioni ed eseguire diluizioni.

Sulla scena del crimine

Il laboratorio “Sulla scena del crimine” a cura della prof.ssa Viola Calabrò, è finalizzato a far comprendere ai ragazzi le potenzialità delle recenti tecniche della genetica molecolare ai fini diagnostici. L’attività di laboratorio sarà preceduta da una lezione sulle metodiche di biologia molecolare per l’analisi del DNA.

Ecologia

Il laboratorio di “Ecologia”, a cura della prof.ssa Giulia Maisto, ha l’obiettivo di spiegare le basi dell’ecologia e del biomonitoraggio. Nel corso della prova pratica gli studenti studieranno le principali caratteristiche di un campione di suolo.

Acuità tattile

Il laboratorio “Acuità tattile” a cura della prof.ssa Marianna Crispino, ha lo scopo di illustrare i principi fondamentali della percezione tattile e del funzionamento del sistema nervoso. Durante la prova pratica gli studenti potranno verificare sperimentalmente le differenze di acuità tattile in zone diverse della cute del braccio.